Comune di Casalgrande

Buongiorno, sei connesso come GUEST Martedì , 16 Luglio 2019 20:48
  Sezione   Home | Login | Registrazione | Ricerca  Help 
Tributi Web
Calcolo IMU - Utenti non Registrati
Calcolo TASI - Utenti non Registrati
 
 :: IMU :: Come si paga - 2012
Guida Imu 2012Cos'è l'Imu
 
L'art. 13 del D.L. n. 201/2011 (cd. Decreto "Salva Italia") ha introdotto in via sperimentale l'IMU (Imposta Municipale propria).
Il Comune di Casalgrande con delibera n.12 del 13.02.2012 -che non ha subito alcuna modifica e si intende confermata per il pagamento del saldo- ha stabilito le aliquote da applicare nel territorio comunale nell'ambito dei limiti stabiliti dalla legge.
Di seguito elenchiamo le linee essenziali della nuova Imposta, alla luce delle modifiche apportate dal D.L. 16/2012
 
Entrata in vigore
A decorrere dal 1 gennaio 2012 (e fino al 2014 )
Quali soggetti interessa
Proprietari di immobili; titolari dei diritti reali di usufrutto, uso,abitazione, enfiteusi, superficie sugli immobili  stessi; i concessionari di beni immobili; il locatario finanziario di beni immobili.
Quali immobili riguarda
Fabbricati, terreni, aree fabbricabili, a qualsiasi uso destinati, compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l'attività dell'impresa.
Quali imposte sostituisce
·  Irpef (per gli immobili non locati)
·  Addizionale regionale Irpef (per gli immobili non locati)
·  Addizionale Irpef comunale (per gli immobili non locati)
·  ICI
ALIQUOTE
N.B.  IN ACCONTO, L'IMPOSTA DEVE ESSERE CALCOLATA SULLA BASE DELLE ALIQUOTE DI LEGGE. SOLO A SALDO SI EFFETTUERA' IL CONGUAGLIO SULLA BASE DELLE ALIQUOTE DELIBERATE DAL COMUNE.
 
 Di legge
Comune di Casalgrande
Di cui allo Stato
Abitazione principale e relative pertinenze
0,4%
0,45%
0
Fabbricati rurali strumentali
0,2%
0,2%
0
Fabbricati del gruppo catastale "D" (produttivi e commerciali), della categoria "C/1" (negozi),  "C/3" (laboratori artigianali)
0,76%
0,81%
0,38%
Abitazioni e relative pertinenze tenute a disposizione che non risultino utilizzate dal soggetto passivo o dai suoi familiari, né concesse in locazione a terzi da almeno due anni continuativamente al 1° gennaio dell'anno di imposizione ad eccezione di quelle realizzate per la vendita e non vendute dalle imprese che hanno per oggetto esclusivo o prevalente l'attività di costruzione e alienazione cui resta applicabile l'aliquota dello 0,87
0,76%
0,9%
0,38%
Aliquota base per tutti gli altri tipi di immobili
0,76%
0,87%
0,38%
DETRAZIONE abitazione principale e pertinenze
-         200 euro (rapportate al periodo dell'anno durante il quale si protrae tale destinazione)
-         Maggiorata di 50 euro per ogni figlio, dimorante abitualmente e residente anagraficamente nella stessa, di età non superiore a 26 anni (fino ad un importo massimo aggiuntivo di 400 euro. La maggiorazione è applicabile per gli anni 2012 e 2013)
Cosa si intende per Abitazione principale e pertinenze
Per abitazione principale si intende l'immobile nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente. Per pertinenze si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate
Qual è la base imponibile
Fabbricati:
La rendita catastale dell'immobile, rivalutata del 5% e moltiplicata
per:
- 160 per i fabbricati del gruppo catastale A (esclusi gli A/10)
e delle categorie catastali C/2, C/6 e C/7
- 140 per i fabbricati del gruppo catastale B e delle categorie
catastali C/3, C/4 e C/5
- 80 per i fabbricati della categoria catastale A/10 e D/5
- 60 per i fabbricati del gruppo catastale D (esclusi i D/5)
- 55 per i fabbricati della categoria catastale C/1
Terreno agricolo:
reddito dominicale rivalutato del 25% e moltiplicato per:
- 135 per i terreni agricoli
- 110 per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola
Area edificabile:
valore venale in comune commercio al 1° gennaio dell'anno di imposizione
Termini di versamento
1^ rata pari al 50% entro il 18.6.2012
2^ rata pari al 50% entro il 16.12.2012
Regolamento
Il Comune ha adottato con delibera n. 11 del 13.02.2012 un regolamento che disciplina alcuni aspetti dell'IMU
 

Nota bene: DIFFERENZE RISPETTO ALL'ICI E ASPETTI PARTICOLARI

CONCESSIONE IN USO GRATUITO DELL'ABITAZIONE A GENITORI O FIGLI: con l'introduzione dell' IMU non è più possibile beneficiare delle agevolazioni sulle case destinate ad abitazione principale e concesse in uso gratuito a parenti di 1° grado in linea retta per le quali si applicherà l'aliquota ordinaria dello 0,87% (8,7 per mille).

I FABBRICATI RURALI: la nuova Imu cancella l'esenzione Ici per i fabbricati rurali.

Risultano assoggettati all'IMU, sia ad uso abitativo (abitazione principale: 0,45%, altri fabbricati ad uso abitativo: 0,87%)  sia ad uso strumentale (aliquota ridotta: 0,2%).

TERRENI AGRICOLI: Sono previste riduzioni dell'imposta per i terreni agricoli condotti direttamente più basse rispetto a quelle previste in passato per l'ICI. Sono infatti soggetti all'imposta limitatamente alla parte di valore eccedente euro 6.000 e con le seguenti riduzioni:

a) del 70% dell'imposta gravante sulla parte di valore eccedente i predetti euro 6.000 e fino a euro 15.500;

b) del 50% di quella gravante sulla parte di valore eccedente euro 15.500 e fino a euro 25.500;

c) del 25% di quella gravante sulla parte di valore eccedente euro 25.500 e fino a euro 32.000.

FABBRICATI INAGIBILI E INABITABILI: Riduzione al 50% della base imponibile per gli immobili inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, limitatamente al periodo dell'anno durante il quale sussistono dette condizioni L'inagibilità o inabitabilità deve consistere in un degrado fisico (fabbricato diroccato, pericolante, fatiscente e simile), superabile non con interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria, bensì con interventi di restauro e risanamento conservativo e/o di ristrutturazione edilizia, ai sensi della vigente normativa urbanistico-edilizia (si veda anche l'art. 5 del vigente Regolamento Imu).

FABBRICATI DI INTERESSE STORICO ARTISTICO: Riduzione al 50% della base imponibile per i fabbricati dichiarati di interesse storico ed artistico.

ESTENSIONE DELLA SOLA DETRAZIONE PER ABITAZIONE PRINCIPALE: la detrazione si applica anche alle unità immobiliari, appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari, nonché agli alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari.

IMMOBILI POSSEDUTI DA ANZIANI O DISABILI CHE ACQUISISCONOLA RESIDENZA IN ISTITUTI DI RICOVERO O SANITARI

Il Comune considera direttamente adibita ad abitazione principale l'unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata.

IMMOBILI DI CITTADINI RESIDENTI ALL'ESTERO (ISCRITTI AIRE): con l'introduzione dell''Imu,  non è più prevista l'applicazione dell'aliquota ridotta per abitazione principale e relativa detrazione in relazione agli alloggi posseduti dai cittadini residenti all'estero, per i quali si applicherà l'aliquota ordinaria dello 0,87% (8,7 per mille).

QUOTA STATALE: è destinata allo Stato la metà dell'imposta corrispondente alla metà dell'aliquota base, e cioè lo 0,38%, escluso il gettito relativo all'abitazione principale e relative pertinenze nonché ai fabbricati rurali ad uso strumentale che resta integralmente al comune.

Al Comune spettano, inoltre, le maggiori somme di imposta erariale (a titolo di imposta, interessi e sanzioni) scaturenti dall'attività di accertamento e riscossione

Modalità di versamento
L'IMU va versata in due rate, di cui la prima in acconto e la seconda a saldo:
 
ACCONTO: entro il 18 giugno  (la scadenza sarebbe il 16 giugno ma quest'anno,  poichè il 16 giugno cade di sabato, il termine viene prorogato al primo giorno feriale utile) si versa il 50% dell'imposta dovuta;
 
SALDO:  dal 1 al 16 dicembre si versa l'imposta relativa all'intero anno 2012,  al netto dell'acconto versato a  giugno;
 
UNICA SOLUZIONE: entro il 18 giugno si versa l'imposta dovuta per l'intero anno 2012.
 
ISTRUZIONI PAGAMENTO IMU 2012
Il pagamento, cumulativo per tutti gli immobili posseduti da ogni contribuente nel Comune di Casalgrande, deve essere effettuato utilizzando il modello F24, che non prevede l'applicazione di commissioni.
 
NOTA BENE: IN ACCONTO, L'IMPOSTA DEVE ESSERE CALCOLATA SULLA BASE DELLE ALIQUOTE STABILITE DALLO STATO. SOLO A SALDO SI EFFETTUERA' IL CONGUAGLIO SULLA BASE DELLE ALIQUOTE DELIBERATE DAL COMUNE.
 
Il modello F24 è disponibile presso tutti gli sportelli bancari e uffici postali. Inoltre può essere prelevato e stampato direttamente dal sito dell'Agenzia delle Entrate.
Si ricorda inoltre che tutti i titolari di partita Iva hanno l'obbligo di effettuare i versamenti fiscali e previdenziali esclusivamente in via telematica.
Il versamento deve essere arrotondato all'euro con il seguente criterio: fino a 49 centesimi si arrotonda per difetto, oltre 49 centesimi si arrotonda per eccesso (es. totale da versare: 115,49 euro diventa 115,00 euro; totale da versare 115,50 euro diventa 116,00 euro).
 
La quota d'imposta spettante al Comune e quella spettante allo Stato vanno versate contestualmente, e devono essere distinte utilizzando gli appositi codici tributo istituiti con risoluzione n. 35/E della Agenzia delle Entrate del 12 aprile 2012.
Di seguito si riportano i codici tributo per il versamento dell'IMU:
 
QUOTA COMUNE
3912
IMU - imposta municipale propria su abitazione principale e relative pertinenze - articolo 13, c. 7, d.l. 201/2011 - COMUNE
3913
IMU - imposta municipale propria per fabbricati rurali ad uso strumentale - COMUNE
3914
IMU - imposta municipale propria per i terreni - COMUNE
3916
IMU - imposta municipale propria per le aree fabbricabili - COMUNE
3918
IMU - imposta municipale propria per gli altri fabbricati - COMUNE
3923
IMU - imposta municipale propria - INTERESSI DA ACCERTAMENTO - COMUNE
3924
IMU - imposta municipale propria - SANZIONI DA ACCERTAMENTO - COMUNE
QUOTA STATO
3915
IMU - imposta municipale propria per i terreni - STATO
3917
IMU - imposta municipale propria per le aree fabbricabili - STATO
3919
IMU - imposta municipale propria per gli altri fabbricati - STATO

Il contribuente è tenuto a riportare con particolare attenzione il codice fiscale, i dati anagrafici, il domicilio fiscale e il codice catastale del Comune di Casalgrande (B893).
Per il versamento dell'Imposta Municipale Propria (IMU) deve essere utilizzata la sezione "IMU e altri tributi locali". L'efficacia delle modifiche al nuovo modello F24 e relativi codici, decorre dal 18 aprile 2012. Il precedente modello F24 può essere utilizzato fino al 31 maggio 2013: in tal caso il versamento dell'imposta IMU è esposto nella sezione "ICI e altri tributi locali". 
 
MODALITA' DI VERSAMENTO PER I RESIDENTI ALL'ESTEROIstruzioniComunicato_IMU_Non_residenti.pdf
 
 
 
© Gruppo Finmatica - Tutti i diritti riservati
J-Portal [Gruppo Finmatica - Bologna]
Versione 1.3.4.beta  ( AFC 2005.05.4 )